domenica , Dicembre 15 2019
Home / Blockchain / Il blocco da 5 GB dimostra che la scalabilità non è un problema

Il blocco da 5 GB dimostra che la scalabilità non è un problema

Dopo il successo del rilascio del suo nuovo protocollo RIFT nella seconda metà di novembre, ILCoin Blockchain Project ha introdotto blocchi da 5 GB, stabilendo il nuovo record del settore sia per il limite della dimensione dei blocchi che per la velocità delle transazioni. Con questo sviluppo, ILCoin diventa il primo progetto a risolvere il problema della scalabilità e creare la base tecnologica per un efficiente stoccaggio su catena, rimanendo fedele ai principi chiave della blockchain.


L'industria blockchain si sta riprendendo dopo l'hype, ed è ritrovare la fiducia che merita. Ciò ha portato a un'ondata di ricerca nella tecnologia blockchain. Le caratteristiche principali della tecnologia di contabilità distribuita, come le basse commissioni, l'immutabilità della catena e la mancanza di interferenze di terze parti, hanno creato una forte domanda sia nel mondo delle criptovalute che oltre.

Tuttavia, il problema della scalabilità – incapacità delle reti blockchain a crescere dopo un certo punto mentre ancora lottando per mantenere l'efficienza – ha trattenuto la tecnologia per anni. Numerosi team di sviluppatori hanno cercato di trovare un modo per aggirarlo. Alcuni hanno comportato l'aumento della dimensione del blocco, la distribuzione di dati tra server in frammenti o il ricorso a soluzioni off-chain, ma tutti questi approcci hanno finito per compromettere gli altri due pilastri della blockchain: sicurezza o decentralizzazione.

ILCoin è entrata per la prima volta nel mercato in 2015, con criptovaluta ILC. Quattro anni dopo, è nato il progetto ILCoin Blockchain – con l'obiettivo principale di risolvere i problemi più urgenti del settore, aumentare l'usabilità della blockchain e trovare un modo per creare una valida soluzione di archiviazione dei dati su catena.

Per il team di sviluppo di ILCoin , 2019 è stato contrassegnato da due importanti progressi. All'inizio dell'anno, il progetto ha presentato un consenso C2P a prova di hacker, che ha aumentato la sicurezza della rete a un livello senza precedenti. Questo novembre, ILCoin ha rilasciato il protocollo RIFT volto a risolvere il problema della scalabilità.

Con il nuovo sviluppo, ILCoin riconsidera le basi della blockchain, ponendo i principi fondamentali ideati da Satoshi Nakamoto su una nuova base tecnologica che soddisfa la domanda moderna. Il protocollo RIFT prevede due livelli di blocchi: blocchi standard e mini-blocchi, che contengono transazioni.

A differenza dei blocchi standard, i mini-blocchi non vengono estratti ma generati dal sistema, offrendo alla rete un potenziale illimitato di scalabilità. I mini blocchi sono interconnessi per riferimento e collegati ai rispettivi blocchi padre, garantendo che i dati rimangano intatti. Oltre alla sua struttura unica, RIFT introduce anche l'asincronizzazione simultanea, un nuovo meccanismo che esegue la sincronizzazione parallela di singoli blocchi e previene la congestione della rete.

"Il protocollo RIFT interrompe il concetto stesso di blockchain: principalmente con l'idea che l'asincronizzazione simultanea sia , infatti, tecnicamente possibile. Con RIFT, siamo in grado di risolvere sia i problemi FIFO che i colli di bottiglia e gestire blocchi di grandi dimensioni a una velocità senza precedenti ", – ha spiegato Norbert Goffa, Executive Manager di ILCoin.

In effetti, nel caso di blocchi di 5 GB, Tempo di generazione del blocco di 3 minuti e peso della transazione di 232 byte, RIFT ha dimostrato una velocità di transazione effettiva di 23 140 987 tx / blocco. Secondo gli sviluppatori, l'unico limite a questa tecnologia sono le attuali capacità di rete.

Al fine di integrare il nuovo codice nel sistema, la rete blockchain ILCoin ha eseguito un hard fork, che è stato a breve seguito dal rilascio di blocchi avanzati . Con l'avvicinarsi della fine di novembre, i blocchi da 5 GB sono disponibili nella rete live come prova reale che il problema della scalabilità è risolto per sempre. Al momento, l'ecosistema di ILCoin sta tornando alla piena funzionalità e le transazioni ILC stanno gradualmente riprendendo, mentre gli scambi stanno lavorando all'implementazione.

Con le sue eccezionali caratteristiche, RIFT segna l'inizio di una nuova era per l'intera industria blockchain. È la prima soluzione sul mercato, in grado di mantenere un'alta efficienza all'interno di reti su larga scala e creare una solida base per l'archiviazione su catena a costi contenuti.

Il Blue Paper per la tecnologia RIFT è disponibile sul sito ufficiale sito Web.

Contatto con i media:

Team ILCoin

Email: [email protected]


Disclaimer: le informazioni qui presentate non costituiscono un consiglio di investimento o un'offerta di investimento. Le dichiarazioni, le opinioni e le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente quelle dell'autore / della società e non rappresentano quelle di Bitcoinist. Consigliamo vivamente ai nostri lettori di DYOR prima di investire in qualsiasi criptovaluta, progetto blockchain o ICO, in particolare quelli che garantiscono profitti. Inoltre, Bitcoinist non garantisce né implica che le criptovalute o i progetti pubblicati siano legali nella posizione di qualsiasi lettore specifico. È responsabilità del lettore conoscere le leggi relative alle criptovalute e agli ICO nel suo paese.


About CryptoNews

Check Also

Regolamento e decentramento di Execs Talk

In questa previsione blockchain, i dirigenti senior sostengono che una serie di sviluppi chiave per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *