venerdì , Dicembre 6 2019
Home / Bitcoin / Bitcoin emette meno carbonio rispetto a quanto affermato in precedenza, nuovi risultati di studi

Bitcoin emette meno carbonio rispetto a quanto affermato in precedenza, nuovi risultati di studi

 Bitcoin emette meno carbonio rispetto a quanto precedentemente affermato, i nuovi studi

Bitcoin è stato regolarmente attaccato per il suo processo di estrazione ad alta intensità energetica, alimentato da gravi quantità di elettricità. È stato affermato che lascia un'impronta ecologica paragonabile a quella di una grande città o anche di un piccolo paese, un'accusa che spesso trova la sua strada verso i titoli dei principali media. Ma un nuovo studio dimostra che il diavolo è nei dettagli. Le emissioni di CO2 di Bitcoin, secondo gli autori, sono molto più modeste di quanto suggerito dai rapporti precedenti.

Leggi anche: Canadian Company Commissionions 3 unità minerarie Bitcoin per riavviare il pozzo petrolifero

Ottenere i numeri giusti

Diversi studi hanno finora dipinto un quadro piuttosto negativo del consumo energetico di Bitcoin. "La partecipazione al processo di convalida della blockchain Bitcoin richiede hardware specializzato e grandi quantità di elettricità, che si traduce in un'impronta di carbonio significativa", ha scritto un team di ricercatori dell'Università tecnica di Monaco e del MIT. Secondo il loro articolo pubblicato all'inizio di quest'anno, il consumo annuale di elettricità di Bitcoin, a novembre 2018, era di 45,8 TWh e le emissioni di carbonio hanno raggiunto quasi 23 megatoni di CO2, un dato paragonabile a quello che la Giordania o Kansas City emettono ogni anno. [19659006] Bitcoin emette meno carbonio rispetto a quanto affermato in precedenza, il nuovo studio rileva "width =" 1000 "height =" 498 "srcset =" https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2019/11/shutterstock_772541140.jpg 1000w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2019/11/shutterstock_772541140-300×149.jpg 300w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2019/11/shutterstock_772541140 -768×382.jpg 768w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2019/11/shutterstock_772541140-324×160.jpg 324w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2019 /11/shutterstock_772541140-696×347.jpg 696w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2019/11/shutterstock_772541140-843×420.jpg 843w "dimensioni =" (larghezza massima: 1000px) 100vw, 1000px “/>

Altri ricercatori hanno m aderire ad affermazioni ancora più audaci e che innalzano le sopracciglia. Uno studio dell'Università delle Hawaii a Mānoa pubblicato lo scorso anno ha suggerito che le sole emissioni di Bitcoin potrebbero spingere il riscaldamento globale oltre i 2 ° C tra poco più di un decennio, compromettendo gli obiettivi di riduzione del cambiamento climatico del pianeta. "L'utilizzo di Bitcoin ha emesso 69 MtCO2e" nel 2017, gli autori hanno concluso sulla base di dati compilati sul consumo di elettricità dei sistemi informatici utilizzati all'epoca per la verifica dei Bitcoin e sulle emissioni prodotte dalla produzione di elettricità nei paesi in cui le società minerarie sono prevalentemente basate. ] Tuttavia, Susanne Köhler e Massimo Pizzol dell'Università danese di Aalborg credono che qualcosa non vada bene con tali stime. Nella loro pubblicazione intitolata "Valutazione del ciclo di vita delle miniere di bitcoin", sottolineano che altri studi si basano su ipotesi generali sulle emissioni di CO2 derivanti dalla produzione di elettricità e presunzioni che queste siano uniformi in un determinato paese, affermano la Cina. Al contrario, il loro approccio all'analisi della questione tiene conto della distribuzione geografica delle strutture minerarie all'interno della Repubblica popolare, che oggi ospita poco più della metà di tutti i minatori di bitcoin, per produrre una cifra molto più bassa. "È stato scoperto che, nel 2018, la rete Bitcoin ha consumato 31,29 TWh con un'impronta di carbonio di 17,29 MtCO2-eq", l'abstract delle note dello studio.

 Bitcoin emette meno carbonio rispetto a quanto affermato in precedenza, un nuovo studio trova "width =" 999 "height =" 558 "srcset =" https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2019/11/shutterstock_9661672.jpg 999w, https://news.bitcoin.com/wp -content / uploads / 2019/11 / shutterstock_9661672-300x168.jpg 300w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2019/11/shutterstock_9661672-768x429.jpg 768w, https: //news.bitcoin .com / wp-content / uploads / 2019/11 / shutterstock_9661672-696x389.jpg 696w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2019/11/shutterstock_9661672-752x420.jpg 752w "dimensioni =" (larghezza massima: 999px) 100vw, 999px

Köhler e Pizzol hanno sottolineato che la regione cinese della Mongolia interna, che si basa fortemente sui combustibili fossili come il carbone per generare elettricità, ospita solo circa il 12% dei minatori di bitcoin , mentre Sichuan, una provincia dove fonti rinnovabili come le capacità di generazione di energia idroelettrica sono ampiamente diffuse e ospitano oltre il 30% delle strutture minerarie che operano nel paese. Pertanto, il contributo di Sichuan alle emissioni di CO2 del mining di bitcoin è notevolmente inferiore. Questo deve essere preso in considerazione quando si misura l'impronta di carbonio complessiva di Bitcoin in Cina, dato che il Sichuan è la più grande regione mineraria della Repubblica popolare.

L'impatto atteso per il restringimento di Bitcoin

Gli autori dell'articolo danese hanno anche concluso che la maggior parte dell'impatto ambientale di Bitcoin è stato il risultato diretto dell'uso dell'elettricità e delle attrezzature minerarie nel processo di conio. La produzione e il riciclaggio dell'hardware hanno avuto un impatto molto limitato, rappresentando solo l'1% circa delle emissioni di carbonio durante il periodo studiato. "Contrariamente agli studi precedenti, è stato riscontrato che la durata, la produzione e la fine del ciclo di vita di tali apparecchiature hanno contribuito solo in misura minore all'impatto totale e che, sebbene si preveda un aumento dell'hashrate complessivo, il consumo di energia e l'impronta ambientale per TH minato dovrebbe diminuire ", sottolinea l'articolo.

 Bitcoin emette meno carbonio rispetto a quanto affermato in precedenza, il nuovo studio trova" width = "1000" height = "502" srcset = "https: / /news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2019/11/shutterstock_772693795.jpg 1000w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2019/11/shutterstock_772693795-300x151.jpg 300w, https : //news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2019/11/shutterstock_772693795-768x386.jpg 768w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2019/11/shutterstock_772693795-696x349. jpg 696w, https://news.bitcoin.com/wp-content/uploads/2019/11/shutterstock_772693795-837x420.jpg 837w "dimensioni =" (larghezza massima: 1000px) 100vw, 1000px

I due ricercatori fanno admi t che "La mancanza di un solido quadro metodologico e di dati accurati sui fattori chiave che determinano l'impatto del Bitcoin sono stati finora i principali ostacoli in tale valutazione." Citato da New Scientist, Susanne Köhler osserva anche che i risultati dello studio non significa che le persone non dovrebbero preoccuparsi dell'impronta di carbonio di Bitcoin, data la crescente quantità di elettricità utilizzata per coniare ogni nuova moneta. Tuttavia, insiste sul fatto che le cose devono essere messe in prospettiva:

Da un lato, abbiamo queste voci allarmistiche che dicono che non avremo raggiunto l'accordo di Parigi solo a causa del bitcoin. Ma dall'altro, ci sono molte voci dalla comunità dei bitcoin che affermano che la maggior parte del mining è fatto con energia verde e che non ha un impatto elevato.

Oltre alle preoccupazioni puramente ambientali, devono essere presi effetti socio-economici anche in considerazione. Come una sorta di riconoscimento normativo, il governo cinese ha recentemente rimosso il mining di bitcoin da un elenco di industrie indesiderate. Di conseguenza, il conio delle monete digitali è diventato meno illegale di quanto non lo fosse prima, come diceva un minatore di bitcoin cinese che parlava di notizie. Il settore ha attratto molti investimenti e creato molti posti di lavoro in Cina. E il rimbalzo del mercato criptato di quest'anno ha riportato il mining alla redditività. La buona notizia è che non è nemmeno necessario acquisire attrezzature minerarie per partecipare e trarre profitto dalla creazione di nuovi soldi senza autorizzazione.

Qual è la tua opinione sull'impronta di carbonio del bitcoin mining? Condividi le tue opinioni sull'argomento nella sezione commenti qui sotto.


Immagini per gentile concessione di Shutterstock.


Sapevi che puoi guadagnare BTC e BCH tramite Bitcoin Mining? Se possiedi già un hardware, collegalo al nostro potente pool di mining Bitcoin. Altrimenti, puoi facilmente iniziare con uno dei nostri contratti flessibili di cloud mining Bitcoin.

Lubomir Tassev

Lubomir Tassev è un giornalista della Bulgaria esperta di tecnologia, che a volte si trova in prima linea in progressi che non può facilmente permettersi . Citando Hitchens, dice: "Essere uno scrittore è ciò che sono, piuttosto che quello che faccio." La politica e l'economia internazionali sono altre due fonti di ispirazione.

About CryptoNews

Check Also

LiteLink Technologies pubblica una lettera per gli azionisti

VANCOUVER, Columbia Britannica, 02 dicembre 2019 (GLOBE NEWSWIRE) – LiteLink Technologies Inc. ("LiteLink ") (CSE: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *